I Giardini di Villa della Pergola e i suoi Agapanthus

Ideati dal generale scozzese William Montagu Scott Mc Murdo nel 1875, il parco e la Villa della Pergola passarono, ai primi del ’900, al cugino di Virginia Woolf, il baronetto Sir Walter Hamilton Dalrymple.

Nel 1922, il nuovo proprietario, Daniel Hanbury – secondogenito di Thomas, ideatore e proprietario dei celebri Giardini Hanbury (La Mortola, Ventimiglia) – iniziò un’opera di arricchimento delle collezioni di piante presenti nel parco, attingendo dai giardini botanici della famiglia.

Immerse nei Giardini, Villa della Pergola, Villino della Pergola e Casa del Sole, sono eleganti capolavori architettonici di fine ‘800, che si affacciano sull’incantevole Golfo di Alassio.

Le strutture vantano una storia unica strettamente legata a quella della comunità inglese che aveva eletto, tra il 1800 e il 1900, quest’angolo della Riviera tra le sue mete preferite di villeggiatura invernale.

Gli splendidi Giardini di Villa del Pergola si rinnovano ad ogni stagione grazie alle fioriture che si susseguono e cambiano mese dopo mese.

A giugno e luglio i giardini di Villa della Pergola si colorano di diverse sfumature di blu, azzurro e bianco grazie alle fioriture degli Agapanthus, i cui fiori si dispongono a formare pennellate ricche di colore simili alle onde del mare; una collezione unica in Europa per numero e qualità che conta oggi oltre 350 varietà diverse. Originari dell’Africa meridionale, i primi Agapanti furono introdotti a Villa della Pergola alla fine dell’Ottocento dagli antichi proprietari inglesi.

I Giardini sono aperti da marzo ad ottobre il sabato e la domenica. L’ingresso è regolato con visite guidate su prenotazione, con partenza alle ore 9:30 – 11:30 / 15:00 — 17:00. La Visita dura circa 1 ora e 30 e si compie singolarmente e/o in piccoli gruppi.

Per maggiori informazioni potete visitare il sito ufficiale:

https://www.giardinidivilladellapergola.com/